L’obbiettivo del centro è instaurare con la coppia un rapporto di fiducia per affrontare al meglio il cammino verso le tecniche di PMA. Durante il colloquio lo staff ed il medico valutano la storia clinica della coppia, gli esami, le terapie pregresse ed eventuali tentativi e fallimenti precedenti. Il medico descrive con chiarezza quali soni i principali aspetti del percorso da seguire, quali esami sono richiesti e descrive il trattamento previsto al fine di soddisfare ogni possibile domanda ed eliminare qualsiasi dubbio. Tutto il team è a disposizione della coppia per risolvere dubbi, ansie e timori.

La Procreazione Medico Assistita non prevede esclusivamente le tecniche di fecondazione assistita. Nei casi ritenuti adeguati, la coppia viene indirizzata verso un percorso di fecondazione naturale dove l’intervento dello specialista si limita solamente a indurre l’ovulazione nella donna per arrivare a individuare il momento più fertile.

Questo percorso prevede un attento monitoraggio della crescita follicolare mediante ecografie e prelievi ormonali di sangue per avere il quadro clinico della paziente e individuare i corretti dosaggi. La successiva induzione dell’ovulazione permette di avere un calendario con i giorni più fertili per la donna e nei quali avere rapporti sessuali. Questa terapia permette di avere un percorso più semplice rispetto ad una terapia di fecondazione assistita.

È lo specialista a stabilire il tipo di farmaco da utilizzare, e il suo dosaggio, per la stimolazione ovarica. Questo processo necessariamente è calibrato per ogni paziente in funzione delle sue caratteristiche particolari. Inoltre, Il numero di controlli ecografici e analitici necessari per seguire l’evoluzione della stimolazione ovarica, insieme al momento in cui realizzano questi controlli, è variabile e individuale per ogni caso.

Le percentuali di successo di questa tecnica variano a secondo delle cause di infertilità, dell’età della paziente, dei valori del liquido seminale e del tipo di stimolazione effettuata.